Home

 

 

Festa della mamma. Seconda stella a destra e scalzo è il cammino.

 

Nel giorno della Festa della mamma cosa c’è di meglio di una passeggiata a piedi nudi sui verdi prati delle fertili terre d’Emilia per celebrare la nostra Madre Terra? Il mitico Damiano lo sa bene, per questo ci ha invitati nella sua azienda agricola in quel di2a2d4ce8-670a-4d5b-bf41-c17e56cd5896 Cadelbosco di Sopra (RE), per farci provare in anteprima il percorso per barefooting che sta realizzando! L’occasione è speciale dato che alcuni suoi concittadini (sindaca compresa!) si erano dichiarati interessati a prendere parte a una passeggiata scalza per inaugurare il percorso. Purtroppo i nuvoloni neri carichi di pioggia che incombevano poco distante devono aver scoraggiato buona parte gli invitati MA come si dice, meglio pochi ma buoni (e scalzi, possibilmente)! All’appello del mattino  eravamo comunque presenti io e Alessandro (Sandmarc) con le rispettive famiglie e il buon Carlo (Appleseed). Nel pomeriggio poi ci hanno raggiunto i simpatici Francesca e Lorenzo, con la nipotina Roberta, cari amici di Damiano. Doveva esserci anche Nick ma improvvisi impegni familiari gli hanno impedito di raggiungerci. Guest star della giornata la simpatica Kira, dolce e giocherellona Dobermann femmina di 7 mesi che ha fatto la felicità di Alessandro! Salutato Damiano e posati gli zaini con le cibarie eccoci in partenza per un bel giro di ricognizione sul percorso che il nostro amico sta realizzando tra i campi della sua bellissima azienda agricola.
Il tappeto erboso è talmente invitante che anche le mogli Daniela e Chiara, per ora soltanto barefooters “occasionali”, non esitano a liberarsi dei sandali per godere al 100% delle meravigliose sensazioni tattili che la generosa terra dell’Emilia può regalare. Tra chiacchiere, foto e corse sfrenate dei bimbi il giro ben presto giunge a conclusione, lo stomaco nel frattempo già reclama quanto gli spetta dato che si è fatta l’ora di pranzo. Ci riuniamo nel grande salone che Damiano ci ha messo a disposizione. Spuntano leccornie di ogni tipo dato che ognuno ha portato qualcosa di buono da condividere con gli altri. Ci rimpinziamo fino alle orecchie e ci gustiamo le fragole e il buon caffè che la mamma di Damiano ha preparato per noi. Anche le torte (grazie Daniela e Carlo!) sono davvero deliziose. Alessandro finalmente riesce a liberare dal suo recinto la mitica Kira che ci raggiunge in salone. Ben presto riesce a “domarla” e i due diventano subito grandi amici. La cucciolona è desiderosa di coccole ma piuttosto irruenta e vivace, il domatore viene a  sua volta domato a suon di zampate, qualche unghiata e affettuose leccate.Alla fine ne esce acciaccato ma vincitore! Dopo il pranzo ci spostiamo all’esterno all’ombra per una rilassante pennichella digestiva mentre i bimbi esplorano la rimessa delle macchine agricole alla ricerca dei gattini (ormai diventati gattoni!) che ci avevano simpaticamente accolto in occasione della precedente visita da Damiano.621bf7e3-9a83-400e-9d83-86cde6e5265d                                                                                                              Anche il trattore è un eccellente passatempo per i più piccoli. Il primo pomeriggio trascorre all’insegna del relax e mentre attendiamo che arrivino gli altri invitati notiamo che le nuvole si fanno sempre più scure e comincia pure a sentirsi poco distante il brontolio di qualche tuono. Fortunatamente il sole sembra reggere dato che il temporale pare girare lentamente nella direzione opposta rispetto alla nostra posizione, regalandoci la speranza di qualche ora in più  senza pioggia. Nel frattempo arriva Francesca, una cara amica di Damiano, con sua nipote Roberta e, poco dopo anche Lorenzo, il marito di Francesca. La bimba non appena vede Camilla, Giulia e Gabriele correre qua e la scalzi si mette comoda pure lei togliendosi subito le scarpe e iniziando a giocare con loro. Chiara e Daniela decidono di acquistare degli ottimi ortaggi di stagione, cogliendoli direttamente dal campo: dal produttore al consumatore! Tutte cose buonissime, naturalmente. Tornano con sacchetti pieni di ottime fragole, asparagi e piselli.                                 Il meteo sembra peggiorare, accantonata quindi la speranza di essere raggiunti dalla sindachessa di Cadelbosco di Sopra e dagli altri concittadini invitati, decidiamo di partire per il giro scalzo. Come si è detto, pochi ma buoni!. Francesca e Lorenzo si liberano delle scarpe e coraggiosamente si accingono iniziare la loro prima camminata scalza. I primi metri sono per loro un pochino ostici a causa della ghiaia ma non appena raggiunto il piacevole tappeto erboso tutto si fa più facile. Anche i genitori di Damiano si tolgono le scarpe e ci seguono nel giro. Grandi! Le impressioni a caldo della loro “prima volta” sono molto buone. Lorenzo in particolare è entusiasta della vasta gamma di sensazioni che la camminata scalza gli dona. Ci fanno varie domande riguardo benefici e rischi del camminare a piedi nudi, scoprendo che è molto più facile, salutare e piacevole di quanto avessero immaginato. Ritorniamo alla base pienamente soddisfatti della piacevole esperienza. Il pomeriggio volge intanto al termine e a malincuore dobbiamo prepararci per il viaggio di rientro a casa. Senz’altro un’esperienza da ripetere al più presto. Damiano è davvero una persona fantastica e un grande grazie va anche ai suoi genitori per la squisita ospitalità e accoglienza.

 

GRAZIE E A PRESTO!!!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...